Share this news:

2015_June_15_DarkZone_Banner

Dark Zone: agente contro agente

15/06/2015 04:00

Oltre questo punto il rischio di contagio è molto elevato. La quarantena è in vigore e i trasgressori verranno uccisi.

Oltrepassate le alte mura che circondano la Dark Zone, veniamo catapultati in una situazione spaventosa: i messaggi di benvenuto non sembrano affatto così accoglienti e intorno a noi ci sono i veicoli dell'esercito, abbandonati nelle strade. Il mondo è silenzioso, eccezion fatta per i ripetitivi annunci degli altoparlanti.

In Tom Clancy’s The Division, la Dark Zone  è un luogo in cui regnano paura e tradimento e in cui aleggia un costante senso di inquietudine. Qui, ogni agente deve pensare solo a sé: non ci saranno solo le fazioni nemiche a costituire una minaccia, ma anche gli altri giocatori, agenti traditori che non ci penseranno due volte a farvi fuori.

Un nuovo mondo oscuro

Non appena metterete piede nella Dark Zone, al centro di Manhattan, sarete ancora più vulnerabili: tutte le comunicazioni con l'esterno sono state interrotte (non sarebbe altrimenti una Dark Zone "Zona Nera") e sarete completamente soli. La Dark Zone è stata appositamente creata per essere il luogo più spaventoso e pericoloso di tutto il mondo di gioco di The Division. Nonostante sia perfettamente integrata nell'ambiente di gioco, ogni cosa al suo interno è più inquietante. Anche gli agenti più esperti si sentiranno sempre minacciati: chiunque può attaccare in qualsiasi momento e già questo basta per far sentire la maggior parte delle persone costantemente sotto pressione.

Ma se la Dark Zone è così pericolosa, perché mai qualcuno dovrebbe entrarvi? Uno dei motivi sono i bottini rari e preziosi che troverete. Le ricompense recuperate dalla Dark Zone possono essere usate nel mondo esterno, ma solo se riuscirete a sopravvivere alla caccia e ai 90 secondi di attesa che vi separano dall'arrivo dell'elicottero dopo aver dato il segnale d'estrazione.

Lealtà o tradimento

Quando si incontra un'altra squadra di giocatori, ognuno dovrà fare una scelta: collaborare o combattere per rubare il bottino. Entrambe le opzioni hanno pro e contro: scegliendo di collaborare otterrete meno ricompense, visto che è possibile l'estrazione di una sola squadra alla volta.

Se deciderete di attaccare gli altri giocatori entrerete nello stato Traditore e ciascun giocatore nelle vicinanze vedrà un timer che lo informerà della vostra condizione. Ora potete essere attaccati da qualsiasi agente in cerca di bottino! Chiunque riuscirà a farvi fuori otterrà una bella ricompensa, compreso il bottino non ancora estratto... Se riuscirete a rimanere vivi fino allo scadere del tempo, tornerete normali e chiunque vi attaccherà da quel momento in poi diventerà un agente traditore.

Ma la Dark Zone non serve solo per andare a caccia di bottini, è anche il posto giusto per unirsi ad altre squadre e partecipare a eventi pubblici e casuali sparsi in tutta l'area di quarantena. Potete anche unirvi ad altri giocatori e diventare cacciatori di taglie per eliminare gli agenti traditori. Non fa mai male avere una squadra amica che vi guarda le spalle!


SCOPRITE DI PIÙ SULLA DARK ZONE IN QUESTO ARTICOLO, IN CUI LA SQUADRA DI SVILUPPO GIOCA E COMMENTA.